A.S.2009-2010

Classi terze sez. A e C Scuola Primaria «Manzoni» - Foggia 

 
 

 

Impariamo divertendoci!
a cura delle inss. Maria Grazia Niglio e Lucia Sebastiano
 

Presentazione

 

Osserviamo un fiore

 

La dissezione

 

La polverina della vita

Il fiore chimerico

Tutti al lavoro...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Presentazione

 

"Ogni fiore ha la sua goccia di rugiada,
   ogni fiore il suo profumo,
   ogni erba la sua segreta virtù."

    (da un canto dell'Africa Occidentale)

 

 
 
 

 
 

Le piante producono i fiori,  da essi verranno i frutti, con dentro  i semi che daranno vita ad altre piante.

 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ecco un fiore tagliato a metà, per mostrare come è fatto internamente.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

La dissezione
 

La maestra ci mostra diversi tipi di fiori, prima di procedere alla loro dissezione.
 
 
.

 

Stacchiamo i petali, foglioline di colori e forme varie, che nel loro insieme formano la corolla.
 
 
.

 

Ora separiamo le altre  parti del fiore:

                                                                                                                                              -I sepali, foglioline di colore verde che servono alla protezione delle parti più interne. A fiore sbocciato spesso i sepali cadono. L'insieme dei sepali forma il calice.

 -Gli stami, parte maschile del fiore. Ogni stame è costituito da un filamento in cima al quale si trova l'antera che contiene il polline.

-Il pistillo, parte femminile del fiore. Nel pistillo si distinguono in basso l'ovario, che contiene gli ovuli; lo stilo al centro,  in alto lo stigma che serve a trattenere i granuli di polline.

 
 
Le varie parti del fiore sono unite al gambo attraverso un ingrossamento chiamato ricettacolo

 

 

 

 
 
 
.

 

Abbiamo infine suddiviso e classificato la diverse parti del fiore.

 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Il vento, l'acqua e gli insetti trasportano il polline dagli stami di un fiore sui pistilli di altri fiori: avviene così l'importante funzione dell'impollinazione. Dopo l'impollinazione l'ovario si trasforma in frutto e gli ovuli in semi.

 

 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 

Eravamo curiosi di conoscere il significato della parola "chimera". La maestra ci ha spiegato che la chimera è un desiderio irrealizzabile di qualcosa che, nella realtà, non esiste.
 
-Abbiamo capito bene, maestra Lucia! Perciò ora, con la nostra fantasia, costruiremo dei bellissimi "fiori chimerici"-
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Tutti al lavoro!

Scegliamo le diverse parti...

...e cominciamo la costruzione del fiore.

Collaboriamo tutti!

Cosa prendiamo...?

La maestra controlla attentamente.

Bravi, bambini!

Lavoriamo con grande impegno!

Cosa ne dici, maestra Lucia?

Ecco il primo dei nostri lavori. Siamo stati bravi!!

Ed ora firmiano le nostre "opere d'arte".

Tutti belli!

E' arrivata Flavia...

...ed anche lei si mette al lavoro.

Brava, Flavia! Tocca a te firmare

Abbiamo costruito dei meravigliosi...

 

Fiori chimerici!!!!!

1 2
 
3 4
 

Allora... che ne pensate?

Meritiamo un bel voto in Scienze?